SomariTeam

relazioni

/Summano00.jpg
Prealpi - Vicentine
Summano - Sentiero delle Creste
1296 m
Velo d’Astico-Contrada Burini 550 m
900 m
4/5 h
F
►►►
nessuno

Bel percorso a tratti sulla cresta che alterna aggiramenti di torrioni e guglie con visioni sul precipitante versante nord. Nel suo complesso facile ma in caso di neve solo con condizioni stabili ed in mancanza di ghiaccio soprattutto lungo il versante nord. La facoltativa salita intermedia alla vicina croce del Soglio del Covole comporta una breve digressione tecnica non banale.

Imboccata la Val d’Astico, e prima di Velo, alla frazione di Meda stacca a sinistra una stradina per Crosare che si lascia poco dopo a sinistra per Prola fino alla contrada Burini dove si parcheggia presso uno spiazzo (550 m). Sin qui anche dal centro di Velo su strette stradine a nord del paese.

Dalla contrada si seguono le indicazioni del segnavia 463 a nord sulla rotabile che affianca la colonia di Montebello e poco sopra la contrada Lauri dove giunge la variante nord di rientro. Ora a destra sempre su 463 su larga e comoda traccia nel bosco. Ad un bivio segnalato a sinistra ora su pendenza più accentuata e con una serie di comodi tornanti ci si porta sulla dorsale soprastante al passo del Colletto Grande (885 m – 0.50’). Qui giunge anche la rotabile da sud nei pressi di ampi parcheggi molto utilizzati nei periodi estivi che conduce anch’essa verso la base del Summano con segnavia 463.
Ci si incammina verso est e qualche centinaio di metri dopo si lascia la larga strada presso le indicazioni che a sinistra indicano il Sentiero delle Creste 462A. Si salgono poche decine di metri portandosi sulla dorsale delle creste ampliando le prime vedute sui ripidissimi pendii a nord. Si lascia la cresta per alcuni tratti a sud costeggiando le prime minori alture ora quasi sempre dalle caratteristiche slanciate di torrioni e guglie. In leggera salita alternando qualche passo in falsopiano si aggira il monte Elbele a destra riportandosi a tratti sulla linea di cresta toccando alcuni punti panoramici. Si intravvede presto la cima del Soglio del Covole con la croce aggirandone la base sud, per un tratto su una larga cengia rocciosa scavata e rialzandosi oltre verso la dorsale. Ad un evidente bivio con grosso masso presso la base di tre alberi stacca a sinistra la deviazione per la cima.
Variante al Soglio del Covole - Si asseconda la deviazione a sinistra alzandosi in diagonale riportandosi alla base del torrione. Prima della linea di cresta si sale a sinistra un breve ed evidente canalino terroso seguito da qualche passo su rocce ed utili arbusti che aiutano nella progressione con passi esposti ed appena delicati (I) sino alla sommità con croce e lapide a ricordo di una vittima della montagna (1075 m – 0.10’). Si ridiscende con attenzione e si riprende poco sotto il sentiero con segnavia.
Ripresa la salita si perviene alla Bocchetta di Val Fredda ed al successivo crinale si può salire la facile e panoramica punta di El Mato. A seguire il sentiero che passa sotto la Bocchetta del Gatto e la successiva Bocchetta della Tora si risale ora il più marcato pendio del monte Obelecchi. Si perde ancora quota per poco verso Bocchetta delle Poche e percorrendo una
trincea di guerra si sale verso il Summano. Si traversa un valloncello e risalendo qualche tornante alla bocchetta poco sotto la cima del Summano che si raggiunge in pochi minuti con gli ultimi ripidi passi (1296 m – 1.50’). Bel panorama dalla cima ed interessanti i recenti scavi archeologici come ampiamente descritti in loco.

Dal Summano si scende a nord-est per pochi minuti per una veloce visita al santuario della Madonna del Summano e posto di sosta. Si risale brevemente per poco verso nord-ovest in direzione di un ripetitore raggiungendo il Piazzale Belvedere dove le indicazioni segnalano il bivio a nord del 462 (1224 m – 0.20’).
Si perde da subito quota nel bosco lungo una lunga serie di tornanti sin dove questi terminano presso un bivio. A sinistra sul 463 variante presso il Capitello – punto panoramico – ed ora su lungo ma piacevole traverso mai troppo ripido verso le visibili contrade sottostanti. Si riprende il sentiero di salita qualche metro prima di contrada Lauri ed in breve al PP a contrada Burini (550 m – 1.30’).

Il Sentiero delle Creste risulta molto affascinante per le aperture sui ripidi settentrionali e le vedute su guglie e torrioni che si aggirano e quelle più staccate dal percorso a nord. In caso di innevamento attenzione e cautela sulle bocchette lungo il percorso e qualche passo appena esposto. La variante alla cima del Soglio del Covole seppur breve implica qualche passo delicato. La discesa a nord va intrapresa solo con eventuali buone condizioni di innevamento.
L’intero percorso va evitato in caso di evidente presenza di ghiaccio.
Sul sentiero 462 di rientro è presente una frana poco prima dell’incrocio con il 463a a ca. 800 m. Giunti alla frana la si segue per 15 m in discesa e poi la si attraversa – ometti (rif. 2020).

Dal passo Colletto Grande: ad O 464/455 verso il Priaforà / a S per Tretto-S.Rocco
Dal santuario Madonna del Summano: a S 457/458/459 per Roagna-Santorso / ad E 460 per Chiesa dell’Angelo / a N 461 per Meda

2015
Dario e Michele
static map
0

PrivacyMenu

Copyright

Copyright © 2021 somariteam.it. Tutti i diritti riservati.