SomariTeam

relazioni

/AlpeMadre00.jpg
Prealpi - Grappa
Rifugio Alpe Madre
1272 m
S.Nazario 160 m
1100 m
5 h
F
►►►
rif. Alpe Madre 1272 m

Piacevole percorso su vecchia mulattiera che porta nei pressi di Col Moschin dove l’accogliente rifugio offre spaziosi panorami. Ottima l’accoglienza al rifugio. Da evitare assolutamente nei periodi più caldi, ma ideale in primavera ed autunno.

Dopo Bassano all’inizio della Valsugana entrare nel piccolo abitato di S.Nazario seguendo le indicazioni per il parcheggio del Municipio. Da qui ridiscendere la stradina, deviare a destra e dopo pochi metri alla prima deviazione a destra al cartello con segnavia 38 inizia la vecchia mulattiera Sannazara.

Il sentiero si sviluppa subito in rapida ma comoda salita su larga mulattiera sempre gradinata da selciato che può risultare scivoloso se bagnato, specialmente in discesa; a tratti coperto da foglie e con brevissimi falsopiani risale pendii e creste erbose o tagliando a mezzo costa, dopo una isolata costruzione fino ad una terrazzina panoramica con piccolo tabernacolo (500 m – 0.30’).
Si prosegue alternando tratti più stretti ad altri più larghi sempre sul selciato, entrando ed uscendo dal bosco. Si costeggiano alcune pareti assecondando infiniti tornanti in un tratto sempre più stretto tra verticali salti ed infine dopo un capitello con panchina si incrocia la carrozzabile sterrata (1100 m – 1.20’).
Riprendere, oltre la strada, il 38 a risalire ripidi verso Col Fenilon ed al successivo incrocio scendere leggermente a sinistra fino al rifugio, oppure al primo incrocio seguire a sinistra la sterrata che dapprima quasi in piano e poi con pochi tornanti porta comunque al rif. Alpe Madre (1272 m – 0.20’).

A ritroso il sentiero di salita fino in paese (160 m – 1.50’).
Alternative - Verso ovest con il 936 passare Col Moschin, giunti alla sterrata a destra e subito a sinistra fino al tornante con indicazione sempre 936, quindi a sud ad incrociare il 937 a sinistra in discesa fino a Pianari con rientro a S.Nazario lungo la strada.
- Seguire a sud la sterrata incrociata per prima, seguirla fino a Dodici Campi da cui a destra parte una traccia non segnata a scendere lungo Valle Lanari fino all’omonimo borgo quindi rientro su strada fino a S.Nazario.
- Come sopra seguire a sud la sterrata fino Val Cava dove a destra scende il 942 con breve attrezzatura lungo la cresta fino a Mignano e rientro per strada fino a S.Nazario (160 m – 2.40’).

Il selciato del sentiero può creare insidie in discesa, soprattutto se bagnato. A tratti il terreno è smosso e se ricoperto da foglie va dosato il passo. Le alternative per la discesa implicano purtroppo un rientro a S.Nazario con ultimi tratti su strada.

Da rif. Alpe Madre: numerose combinazioni lungo i sentieri intorno al rifugio.

2009
Andrea, Gianni, Luigi e Michele
static map
0

PrivacyMenu

Copyright

Copyright © 2021 somariteam.it. Tutti i diritti riservati.