SomariTeam

relazioni

/PasseggiataMalghe00.jpg
Prealpi - Friuli
Passeggiata delle Malghe - Piancavallo
1542 m
Piancavallo 1300 m
600 m
4/5 h
F
►►►
cas. Caseratte 1349 m-cas. Valfredda 1390 m

Piacevole e facile percorso sopra Piancavallo a toccare una serie di colli ed alcune malghe. Percorso panoramico ben segnalato da percorrere preferibilmente in inverno. Sono possibili diverse varianti e digressioni sulle basse cime lungo il tracciato.

Da Aviano su larga e tortuosa strada portarsi a Piancavallo, alla grande rotonda centrale prendere a destra per Collalto e dopo poche centinaia di metri parcheggiare negli appositi spazi. Seguire per pochi minuti la stradina asfaltata che sale a nord est e dopo un’ampia curva sul lato sinistro una tabella indica l’inizio della Passeggiata delle Malghe.

Salire verso la vegetazione seguendo le tracce, le indicazioni ed i paletti nel terreno. Si esce dal bosco nei pressi di un’ampio avvallamento dove si incrocia una mulattiera che si risale verso est. Ora in piano alla prima già visibile casera Caseratte, struttura fornita di stufa e scorta di legna (1349 m – 0.30’).
Si prosegue su segnavia 985 ancora su modesti dislivelli ed in zona molto aperta fino alla successiva casera Valfredda anch’essa fornita di una zona aperta (1390 m – 0.20’).
Proseguendo sul 985 oppure anche sulla mulattiera poco distaccata e parallela si lascia sulla destra la vicina altura e si tocca un crocevia di sentieri presso una sella. Si segue a destra la pista evidente fino alle due alture vicine anche se rovinate dai tralicci (1542 m – 0.30’).
Variante: Dall’incrocio seguendo il 985 è possibile scendere verso nord a prendere il 988, ora a destra fino a forcella Giais (1442 m) e da questa a sinistra a prendere la cresta verso la vicina Pala Fontana (1637 m) – se la neve non presenta problemi una facile digressione che comporta circa un’oretta o poco più fra andata e ritorno.

Si ridiscende dall’incrocio seguendo ora la facile mulattiera che accosta più vicina il colle e, lasciando a destra casera Valfredda, aggira un colle successivo Col Ceschet (1394 m) – anche se risalirlo fino alla cima con piccolo ometto può essere più interessante. Dalla cima scendere sul lato opposto puntando ad una costruzione già ben visibile. Ora seguendo ancora le
tabelle della Passeggiata delle malghe seguire il facile tracciato mai monotono in direzione del monte Caseratte (1264 m) che si lascia sulla sinistra. Si costeggiano dapprima casera del Medico e poi casera Barzan risalendo di poco la Candaglia. Prima di immettersi sulla stradina asfaltata deviare a destra - a questa parallela - quindi attraversarla poco più sopra dove troviamo all’incrocio altre indicazioni (1230 m – 1.30’).
Si passano le isolate costruzioni di casera Collalt e dopo una curva a destra la mulattiera rimane costantemente in piano portando con calma e facilità nei pressi di una piccola centrale idrica. Pochi minuti sulla strada quindi a destra al primo incrocio nei pressi del parcheggio (1300 m – 0.20’).

Con il paesaggio innevato la passeggiata diventa piacevole ed affascinante. Risalire alcuni dei colli lungo il tracciato porta ai panorami sulla pianura friulana sottostante. Il dislivello indicato è reale tenendo conto dei vari saliscendi, peraltro mai troppo marcati, per una lunghezza complessiva di circa 13 chilometri (esclusa la variante per Pala Fontana).

Dall’incrocio con il 988: a sinistra rientro su 971 a Piancavallo
Da forc. Giais e lungo la mulattiera di rientro: varie possibilità di discesa in pianura

2013
Andrea, Enrico, Gianni, Luca, Luigi, Stefano e Michele
static map
0

PrivacyMenu

Copyright

Copyright © 2021 somariteam.it. Tutti i diritti riservati.